Congresso Associazione Studi Semiotici, Umberto Eco va all'Unite

Da venerdì 24 ottobre al via tre giorni accademici per discutere con i più importanti esperti del settore sui concetti di Natura e Storia

Congresso Associazione Studi Semiotici, Umberto Eco va all'Unite
UMBERTO ECO ALL' UNIVERSITA DI TERAMO. L’Aiss (Associazione Italiana Studi Semiotici) si riunisce per tre giorni a Teramo, nelle aule dell'Università degli Studi, per discutere con i più importanti esperti del settore sui concetti di Natura e Storia. L'apertura dei lavori è fissata per venerdì 24 ottobre alle 14:00 nella Sala delle lauree della Facoltà di Scienze della comunicazione con Guido Ferraro, presidente Aiss, e Stefano Traini, preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo.
Particolarmente ricco il programma degli interventi che vedrà il suo culmine nella partecipazione, domenica 26 ottobre a partire dalle 9:30, di Umberto Eco, protagonista di una tavola rotonda dal titolo “Apocalittici e Integrati: una rilettura contemporanea”. Oltre a Eco parteciperanno alle tre giornate del congresso Daniele Barbieri, Paolo Fabbri, Guido Ferraro, Gianfranco Marrone, Isabella Pezzini e studiosi stranieri di fama internazionale.
 
Il Congresso 2014 dell’Aiss vuole indagare sul nuovo “intreccio” tra naturalità e storia, tra progettualità e narrazione. La ricerca teorica sarà coniugata con una specifica attenzione per le nuove modalità con cui assegniamo valore e senso a ciò che facciamo, alle cose di cui ci serviamo, ai modi in cui organizziamo le nostre forme di vita, grazie ai mezzi forniti dalla semiotica stessa, che si occupa dello studio di tutti i segni (linguistici o altri) che servono per la comunicazione.
Interessante novità del congresso saranno i laboratori e atelier gestiti dai principali centri di ricerca semiotici italiani, uno spazio innovativo per aprire un ponte tra ricerca e impresa, che vedrà l'intervento di importanti realtà aziendali: il Gruppo Gabrielli, che vedrà presente tra gli altri il vice-presidente Barbara Gabrielli, e Pomilio Blumm, tra i principali player europei nella comunicazione istituzionale, che presenterà una ricerca realizzata con l’Associazione Italiana Studi Semiotici dal titolo “La grande bellezza italiana. Percezioni e rappresentazioni sui social”. Lo studio intende presentare un saggio dell’uso del topic “bellezza” da parte degli italiani sui social network, in una mappatura chiara e sintetica.
 
L'Associazione, fondata nel 1972, è una delle più prestigiose realtà italiane nel campo degli studi di comunicazione. Ne fanno parte studiosi di grande notorietà, specialisti prestigiosi delle varie aree della comunicazione, personalità operanti nel mondo accademico ma anche nel mondo della ricerca applicata.
 
Il Congresso nazionale 2014 intende puntare al tempo stesso sulla più alta qualità dei contenuti scientifici e sulla possibilità di interagire con il mondo delle istituzioni pubbliche, delle aziende, di tutti i soggetti impegnati nell’innovazione sociale e nel disegno di nuovi stili di vita, più attuali e responsabili.
 
«Quello della Natura è oggi un componente valoriale quasi onnipresente», spiega la stessa AISS nel presentare le giornate, «nella politica, nel turismo, nella progettazione urbana, nel design, nei consumi, nell’alimentazione, nei media. Tuttavia, anche se ci si appella a un medesimo termine, la “natura” non corrisponde di fatto per tutti allo stesso concetto e allo stesso campo di significati. È dunque importante analizzare come si tratti, invece, di un concetto storicamente variabile, di cui i semiotici possono mostrare le differenti logiche di costruzione, le valenze via via diversificate, gli articolati impieghi strategici».
 
R.I.
 

mercoledì 22 ottobre 2014, 12:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
aiss
unite
congresso
umberto eco
24 ottobre
teramo
guido ferraro
Cerca nel sito