Condannato preside convitto

Processo crolli sisma: quattro anni per Livio Bearzi. Sotto le macerie dell'istituto morirono tre minorenni

Condannato preside convitto

L'AQUILA: CONDANNATO A QUATTRO ANNI IL PRESIDE DEL CONVITTO. Livio Bearzi, preside del Convitto nazionale, è stato condannato dal tribunale di L'Aquila per omicidio plurimo colposo a quattro anni di reclusione e lesioni colpose. Assolto l'altro imputato, il dirigente della Provincia di L'Aquila Paolo Mazzotta, per non aver commesso il fatto.

MORTI TRE MINORENNI. Il giudice Giuseppe Grieco ha sposato in pieso la tesi della pubblica accusa, che aveva chiesto quattro anni per gli imputati, e dunque riconosciuto colpevole l'imputato per il crollo del Convitto, la notte del 6 aprile del 2006, sotto le cui macerie morirono tre minorenni: Luigi Cellinio, 15 anni di Trasacco, Ondreij Nouvzosky di 17 anni, e Marta Zelena di 16 anni.

Redazione Independent

venerdì 28 dicembre 2012, 10:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
sentenza
convitto
condannato
livio bearzi
marta zelena
luigi cellini
Cerca nel sito