Coltivava pianta "speciale" in mansarda: nei guai pregiudicato col pollice verde

I carabinieri scoprono nell'abitazione di un 26enne di Giuliano Teatino dieci piante di marijuana. Trovata anche una carta di credito tubata

Coltivava pianta "speciale" in mansarda: nei guai pregiudicato col pollice verde

ORTONA: SCOPERTE DECI PIANTE DI MARIJUANA. Una serra artigianale allestita in mansarda. E’ questo quello che hanno trovato i Carabinieri della Stazione di Tollo (CH) nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione di un 26enne di Giuliano Teatino, finito ai domiciliari con le accuse di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.

COSA C'ERA IN MANSARDA. L’uomo, noto alle forze dell’ordine, coltivava dieci piante di cannabis indica, alte circa un metro ciascuna, in piena fioritura, all’interno di una struttura in plastica capace di riprodurre le esatte condizioni ambientali necessarie alla crescita delle stesse. Sequestrati anche tre bilancini di precisione, un tritafoglie e attrezzatura destinata allo spaccio dello stupefacente.

SCOPERATA CARTA DI CREDITO RUBATA. Nel corso della perquisizione i militari hanno rinvenuto anche un televisore, una piscina gonfiabile, una play station e un tagliaerbe, del valore complessivo di circa 1200 euro, risultati acquistati mediante l’utilizzo di una carta di credito rubata. Per queste ragioni il 26enne è stato anche denunciato in stato di libertà con le accuse di furto aggravato e uso fraudolento di carte di credito.

Redazione Independent

venerdì 13 marzo 2015, 14:01

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ortona
mansarda
carabinieri
giuliano teatino
arrestato
marijuana
Cerca nel sito

Identity