Carica batterica elevata, divieto di balneazione a Fosso Pretara fino al 17

Il vice-sindaco Enzo Del Vecchio proroga l'ordinanza in attesa di nuove analisi. Ancora polemiche sul mancato avviso della scorsa settimana

Carica batterica elevata, divieto di balneazione a Fosso Pretara fino al 17

TROPPI BATTERI NELL'ACQUA: STOP AI TUFFI FINO AL 17 AGOSTO. In merito alla balneabilità del tratto di costa antistante Fosso Pretaro al confine tra Francavilla al Mare e Pescara, nonostante sul punto di campionamento 100 metri a nord del fosso nel territorio di Pescara i valori siano rientrati nei limiti di legge, l'Arta ribadisce la necessità di mantenere il divieto di balneazione così come emesso con l'ordinanza di ieri, poiché nel punto centrale le analisi hanno dato ancora esito di acque non conformi.

L'Arta comunica inoltre di aver effettuato in data odierna un ulteriore campionamento i cui risultati saranno resi noti il giorno 17 agosto prossimo venturo.

Intanto la polemica sulla mancata pubblicità del divieto di balneazione, ordinanza firmata dallo stesso sindaco Marco Alessandrini, continua a far discutere. Le opposizioni alla giunta di centrosinistra sembrano essere riuscite finalmente a trovare un punto debole nell'operato del primo cittadino pescarese che, fino ad oggi, era riuscito a districarsi agevolmente dalla valanga di problemi che gli erano piovuti addosso durante questo difficile anno e mezzo alla guida della prima città d'Abruzzo.

Redazione Independent

 
 

venerdì 14 agosto 2015, 16:28

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fosso pretara
pescara
francavilla al mare
arta
analisi
mare inquinato
Cerca nel sito