Scacco ai padroni del tessile

Operazione "Filorientale" in Val Vibrata: il settore è nelle loro mani. Sequestrate ditte tessili per 8,5 milioni di euro

Scacco ai padroni del tessile

OPERAZIONE FILORIENTALE. SEQUESTRATI 22 LABORATORI IRREGOLARI. Che il settore tessile fosse in mano all'imprenditoria cinese non era più un mistero. Come pure non desta meraviglia che il personale impiegato nei laboratori, spesso costretto a lavorare giorno e notte e in condizioni ingieniche pessime, non sia solo d'origine asiatico. Oggi, i padroni del tessile impiegano anche manodopera albanese, indiana e, in alcuni casi, anche italiana. L'imprenditoria cinese, così come è emerso dall'operazione 'Filoorientale', è un mostro che divora tutto, praticando prezzi da fame e distruggendo slealmente la concorreza. Lavoravano per conto di ditte italiane del settore dell'abbigliamento, anche di fuori regione. In un mese e mezzo gli ispettori della Direzione territoriale del Lavoro del nucleo Carabinieri ispettorato del Lavoro hanno portato alla luce le illegalità commesse sul territorio territorio, in particolare in Val Vibrata, sequestrando 22 laboratori tessili e di pelletteria, per un valore complessivo di 8,5 mln di euro.

Redazione Independent

lunedì 22 aprile 2013, 18:06

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
laboratori
cinesi
tessile
val vibrata
notizie
filorientale
manodopera
Cerca nel sito