Aggredivano coetanei e passanti sul Lungomare, arrestato baby bullo

Tre episodi di violenza inaudita vengono contestati al 18enne arrestato dalla polizia. Agivano in branco per dimostrare la loro forza

Aggredivano coetanei e passanti sul Lungomare, arrestato baby bullo

PESCARA: BABY GANG SCATENATA SUL LUNGOMARE, ARRESTATO 18ENNE VIOLENTO. Aggredivano coetanei e passanti sul Lungomare senza alcun motivo. Gli episodi di violenza brutale che gli vengono contestati al gruppetto composto da 5/6 persone sono tre: un ciclista scaraventato a terra senza motivo, un passante rapinato delle sigarette e una coppia, con amico al seguito, picchiata con calci, pugni e casco senza alcun motivo. Tutte le vittime delle brutali aggressioni hanno riportato ferite guaribili in 7/10/15 giorni.

A capo del gruppo di balordi forse un 18enne che è stato arrestato, sabato sera, davanti allo stabilimento balneare L'Ammiraglia con segni evidenti di uno scontro fisico appena avvenuto e con il casco usato per colpire le vittime ancora con sè. Adesso dovrà collaborare con gli inquirenti e rispondere di una serie di reati in concorso che vanno dalle lesioni personali aggravate per futili motivi alla rapina.  

Le forze dell'ordine, infatti, cercano tutti i protagonisti della notte tra sabato e domenica scorsa che hanno scatenato il panico sul tratto di Lungomare tra gli stabilimenti Barracuda e Penelope. Nel raccogliere le testimonianze gli agenti della Volante hanno trovato anche la collaborazione di alcune persone che hanno descritto l'aspetto fisico e l'abbigliamento della banda di bulli che, a questo punto, ha le ore contate. 

Il giovane fermato si trova adesso agli arresti domiciliari in attesa di essere ascoltato dal magistrato di turno.

Redazione Independent

lunedì 29 giugno 2015, 10:40

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rissa
lungomare
penelope
barracuda
arrestato
ragazza
pescara
Cerca nel sito

Identity