L'operazione "Kebab"

Blitz all'alba dei carabinieri del Comando provinciale di Pescara. In manette nomi noti dell'imprenditoria abruzzese ed anche un commercialista ed un consulente del lavoro. L'accusa nei confronti dei 26 indagati è quella di associazione per delinquere allo scopo di favorire l'immigrazione clandestina nel territorio italiano. Tramite documenti falsi e dietro compensi fino a 12mila euro, la banda prometteva l'ingresso nel territorio italiano a immigrati bengalesi, cingalesi ed indiani. Quasi 500 persone sono entrate illegalmente in  Italia grazie al sodalizio criminale. Un giro d'affari da 6milioni di euro

sabato 09 giugno 2012, 14:12

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Cerca nel sito
Questa galleria

Operazione "kebab"