Il "pesce" di Natale

IL "PESCE" DI NATALE. La Guardia costiera di Giulianova, al comando del Tenente di vascello Sandro Pezzuto, ha passato al setaccio nel periodo che va dal 10 al 21 dicembre, con un’appendice nei giorni clou del 27 e 28 dicembre, tutta la filiera della pesca con lo scopo di scoraggiare e contrastare la commissione di eventuali illeciti soprattutto per l’occasione delle festività natalizie. Sono stati eseguiti 129 controlli che hanno riguardato principalmente motopesca (reti ed attrezzi da pesca, zona pesca ed abilitazioni, composizione equipaggio), pescherie, ristoranti e commercianti ambulanti (tracciabilità ed etichettatura, frodi alimentari, ecc..), centri della grande distribuzione, rivendite all’ingrosso ed al dettaglio, magazzini di stoccaggio.

PESCA ABUSIVA E MERCE PERICOLOSA. In particolare, i controlli effettuati sono stati mirati essenzialmente a bloccare la pesca abusiva e la commercializzazione di prodotti ittici sprovvisti di documentazione circa la loro provenienza o commercializzati come prodotti tipici del Mediterraneo quando, in realtà, di altra origine, o spacciati per freschi nonostante si trattasse di prodotti congelati. E’ stato verificato, inoltre, il rispetto delle normative nazionali ed europee in materia di cattura, commercializzazione, somministrazione e detenzione dei prodotti della pesca. Sono state, pertanto, elevate n. 22 sanzioni amministrative pecuniarie per un totale di quasi € 38.000 e sono stati effettuati sequestri amministrativi per un totale complessivo di oltre 2 tonnellate e mezzo di prodotto ittico vario

venerdì 04 gennaio 2013, 13:57

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Cerca nel sito