Virtus falcidiata da arbitri e infortuni Ko a La Spezia

Contro gli spezini finisce 2 a 0. Mancavano Mammarella, Sepe, Buchel, Di Cecco, Thiam e Amenta.

Virtus falcidiata da arbitri e infortuni Ko a La Spezia

SECONDO KO CONSECUTIVO PER LA VIRTUS CHE A LA SPEZIA PERDE 2 A 0. Anche questa trasferta ligure conferma il momento negativo dei rosso-neri che, con oggi, hanno subito la seconda sconfitta consecutiva. Infatti domenica scorsa c'era stata quella casalinga contro il Pescara che ha
usufruito di un calcio di rigore gentilmente concesso dall'arbitro. A parte il pareggio per 1 a 1 con il Palermo, c'era stata l'altra batosta immeritata contro il Trapani conclusasi per di più con la squalifica di capitan Mammarella. Baroni dopo aver digerito le due sconfitte immeritate si è trovato a fare i conti con numerose assenze di pedine importanti e che certamente hanno condizionato la prestazione odierna degli abruzzesi. Mancavano infatti all'appello Mammarella, Sepe, Buchel, Di Cecco per squalifica e Thiam, Amenta e Casadei per le non buone condizioni fisiche. Dall'altra parte lo Spezia esordiva con il nuovo allenatore Mangia in sostituzione di Stroppa. Ad essere obiettivi anche oggi una certa dose di sfortuna ha condizionato il risultato finale che però non basta a spiegare la sconfitta odierna, segnata anche dai noti limiti della formazione di mister Baroni specialmente in fase affensiva.

LA GARA. Parte bene il Lanciano che nei primi 45 minuti di gioco crea tre/quattro occasioni da rete, come quella pericolosa, al 27° quando Falcinelli colpisce dopo un colpo di testa la traversa, e ancora al 44° quando Vastola da pochi passi di testa non riesce ad insaccare con Leali fuori dai pali. Il primo tempo che si poteva chiudere con la Virtus in vantaggio finisce invece sullo 0 a 0.

IL SECONDO TEMPO. All'8° minuto ancora una volta i liguri vengono graziati da Vastola che sul tap in, dopo un'incornata di Troest respinta da Leali, non riesce a concludere. Al 35° lo Spezia segna la prima rete con Bovo che realizza con un tiro a volo che sorprende Aridità. Passano 7 minuti e Ebagua di testa segna portando a due le reti dello Spezia. L'arrembaggio finale dei frentani alla porta difesa dall'ex Leali però si rivela sterile.

TABELLINO E PAGELLE.

Spezia (4-4-2): Leali 6, Madonna nv (10°pt Magnusson 5,5), Lisuzzo 5,5, Ceccarelli 6, Baldnzeddu 6, Carrozza 6, Seymur 6,5, Sammarco 6,5, Sansovini 6 (40° Catellani), Ebagua 6,5, Rivas 6 ( 13°st Bovo 7) A disp: Valentini, Borghese, Ashong, Moretti, Orsic, Ferrari. Allenatore: Mangia 7,5
Virtus Lanciano (4-3-3): Aridità 6, De Col 5,5, Troest 5,5, Aquilanti 6, Germano 5( 36°st Ferrario nv),
Vastola 6, Paghera 5,5 (27°st Minotti), Casarini 5,5, Piccolo 6, Falcinelli 5,5, Turchi 6,5. A disp: Amabile, Scrosta, Nicolao, Verna, Gatto. Allenatore: Barone 6

Arbitro: Borriello.6

Clemente Manzo

domenica 22 dicembre 2013, 12:42

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lanciano
spezia
classifica
sconfitto
gara
pagelle
tabellino
Cerca nel sito

Identity