Villa Pini. Offerti 16 mln

L'imprenditore Petruzzi alza la posta, ora tocca ai creditori. L'affitto d'azienda in scadenza al 30 aprile

Villa Pini. Offerti 16 mln

VILLA PINI. PETRUZZI OFFRE 16 MILIONI. L'imprenditore della sanità Nicola Petruzzi ha ufficializzato alla curatrice fallimentare Ivone una nuova offerta per l'acquisto della casa di cura Villa Pini di Chieti, il cui contratto d'affitto è inscadenza al 30 aprile. Il titolare della casa di cura di Abano Terme ha alzato la posta a 16 milioni di euro, mentre la precedente offerta di 14 era stata rifiutata dal comitato dei creditori perchè ritenuta troppo bassa. Qualora anche questa offerta dovesse essere respinta per i dipendenti della clinica si aprirebbe un nuovo scenario, quello dell'esercizio provvisorio: cioè della continuazione dell'attività d'impresa per almeno 6 mesi.

IL CONSULENTE DELL'EX PROPRIETA CRUITICA IL FALLIMENTO. Intanto da Pescara, dove è il corso il processo Sanitopoli sulle presunte tangenti nella sanità privata abruzzese, arrivano le critiche del commercialista dell'ex proprietario di Villa Pini. Sergio Spinelli, chiamato a deporre sulla situazione finanziaria delle cliniche di Vincenzo Maria Angelini, ha detto che la dichiarazione di fallimento sarebbe stata sproporzionata rispetto alla situazione creditoria. «A Villa Pini - ha spiegato Spinelli - sono stati cancellati crediti per 240 milioni di euro che avrebbero risanato la difficile situazione finanziaria ma certamente non sproporzionata rispetto al fatturato complessivo».

Redazione Independent

lunedì 22 aprile 2013, 15:39

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
villa pini
ivone
fallimento
petrizzi
creditori
esercizio provvisorio
Cerca nel sito

Identity