Vicenda mensa bimba disabile. Finalmente c'è il lieto fine

L’Assessore Di Iacovo: “Ho firmato subito la regola e a metà mese faremo un regolamento che ad oggi mancava”. L'impegno dell'associazione Carrozzine Determinate

Vicenda mensa bimba disabile. Finalmente c'è il lieto fine

Si risolve in bene la vicenda della piccola di Montesilvano che per via della burocrazia non avrebbe avuto diritto al servizio mensa nella scuola dell’infanzia del Comune di Pescara da lei frequentata. L’assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Di Iacovo e anche il sindaco Marco Alessandrini hanno ricevuto i genitori della piccola insieme all’Associazione Carrozzine Determinate di Claudio Ferrante che ha sollevato il caso.

“A causa della vicenda della bimba abbiamo scoperto che a regolamentare casi come questo non esisteva prima d’ora nemmeno un regolamento comunale, ma un semplice disciplinare – riferisce l’assessore Di Iacovo – Ho autorizzato sedutastante la deroga, quindi da domani lei avrà la mensa e in più a metà mese faremo il regolamento che prevederà esenzione in casi di gravi di disabilità e redditi Isee bassissimo. Nel regolamento inseriremo sensibilità e giustizia come fari a cui fare riferimento.

Personalmente ritengo che i regolamenti abbiamo il dovere di far prevalere cuore e cervello innanzi a qualunque caso ci viene davanti, anche perché, quando cuore e cervello coincidono nel non ritenere giusta una norma è nostro diritto lavorare per modificarla in bene, mettendoci dentro la giustizia sociale e la sensibilità, soprattutto quando tutto questo riesce a fare stare bene una persona in difficoltà”.

Redazione Independent

mercoledì 05 novembre 2014, 10:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mensa
bimba
disabile
montesilvano
giovanni di iacovo
carrozzine determinate
Cerca nel sito