Venti romene e una spagnola cacciate dal "posto di lavoro"

Blitz anti-prostituzione sul Lungomare tra Francavilla-Pescara-Montesilvano. Ma il fenomeno della prostituzione merita un'ampia riflessione

Venti romene e una spagnola cacciate dal "posto di lavoro"

Venti ragazze romene ed una spagnola sono state identificate e sanzionate in base all'ordinanza dell'ex sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia, perchè dedite al mestiere più antico del mondo: cioè la vendita del proprio corpo in cambio di denaro.

Le adescatrici, in abiti succinti, sosteggiavano nei luoghi di lavoro tipici di questo professione: cioè il Lungomare tra Montesilvano-Pescara-Francavilla al Mare.

Tuttavia, dato che con estrema difficoltà si riuscirà a fermare per legge un mercato che tira, sarebbe opportuno che si introducessero delle zone dedicate a tale scopo, con tanto di regolamento e controlli di sicurezza/igienico-sanitari.

Redazione Independent

martedì 01 luglio 2014, 10:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
prostituzione
prostitute
romene
spagnola
pescara
lungomare
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano