Una splendida Virtus cambia allenatore e verso battendo 2-0 il Vicenza a domicilio

Battendo al Menti 2 a 0 il Vicenza, i frentani non potevano inaugurare meglio il cambio della panchina con Magliarulo al posto di D'Aversa

Una splendida Virtus cambia allenatore e verso battendo 2-0 il Vicenza a domicilio
UNA SPLENDIDA VIRTUS CAMBIA ALLENATORE E VERSO BATTENDO 2-0 IL VICENZA A DOMICILIO. Battendo al Menti 2 a 0 il Vicenza, i  frentani non potevano inaugurare meglio il cambio della panchina con Magliarulo al posto di D'Aversa e affrontare la parte finale del campionato sotto i migliori auspici. Tanto più vanno apprezzati l'ex Mister della primavera  e i suoi ragazzi se si pensa alle partenze di giocatori importanti  come, Mammarella, Piccolo, Lanini, Paghera, Pucino, che hanno formato fin'ora l'ossatura della Virtus. Alla luce dello strepitoso risultato, le scelte coraggiose  ed isolate dei Maio, sia su allenatore che giocatori,  sembrano aver ragione del pessimismo che serpeggia tra tifosi e non solo. In fondo alla classifica al secondo posto ora il Lanciano ha raggiunto la Salernitana che è riuscita a fermare la corsa del Pescara in casa col risultato di 2-2.

PRIMO TEMPO. Passano pochi secondi e i veneti partono subito all'attacco, forse pensando di fare un sol boccone della Virtus reduce dalla pesante sconfitta casalinga subita ad opera del Trapani. I rossoneri al 15° fanno capire che non intendono vendere cara la pelle, quando Vitale dopo essersi liberato di qualche avversario pesca Di Francesco in buona posizione, ma il suo tiro è da dimenticare. Tra alterne vicende finisce il primo tempo dopo due minuti di recupero con gli abruzzesi che sembrano meglio organizzati dei veneti.

SECONDO TEMPO. A sbloccare il risultato ci pensa Di Francesco con un'azione personale. Il figlio d'arte, dopo aver rubato un pallone a centro campo a Bellomo, caracolla verso la porta biancorossa seminando avversari su avversari e, arrivato al limite dell'area veneta,  lascia partire un tiro che s'insinua all'incrocio dei pali. Anche nell'azione della seconda rete c'è lo zampino del magico Di Francesco oggi in gran spolvero. Al 17° Il centrocampista  lancianese strappa un pallone a Moretti, vede Ferrari ben appostato e lo serve di precisione. La punta frentana  scavalca un avversario e infila per la seconda volta il pallone nella rete dei padroni di casa. Tutti i tentativi dei biancorossi di capovolgere il risultato o per lo meno di pareggiare, si infrangono contro la difesa rossonera ordinata e ben organizzata e così la gara finisce col risultato di 2-0 a favore degli ospiti.

IL TABELLINO DELLA GARA: VICENZA 0- VIRTUS LANCIANO 2

Vicenza (4-3-3): 
Vigorito (18°pt Benussi), Laverone, Brighenti (24°st Ligi), Sampirisi, D'elia, Bellomo, Moretti, Signori, Vita (9°st Ebagua), Raicevic, Giacomelli. A disp: El Hasni, Bianchi, Sbrissa, Modic, Cisotti, Pozzi.
Allenatore: Marino.
Virtus Lanciano (4-4-1-1): Cragno, Aquilanti, Amenta, Rigione, Di Matteo, Vastola (34°st Milinkovic), Vitale, Rocca (17°st Giandonato), Di Francesco (41°st Zé Eduardo), Marilungo, Ferrari. A disp: Casadei, Bolder, Turchi, Bonazzoli, Di Filippo, Padovan.
Allenatore: Magliarulo.
Arbitro: Rapuano di Rimini.
Clemente Manzo

sabato 06 febbraio 2016, 20:47

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
vicenza lanciano
tabellino vicenza lanciano
laciano
virtus lanciano
classifica
allenatore
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!