Una magia del capitano regala la vittoria e terzo posto alla Virtus

Mammarella al 38esimo batte la Juve Stabia con una punizione fantastica. La classifica è da vertigini: Lanciano a quota 44

Una magia del capitano regala la vittoria e terzo posto alla Virtus

MAMMARELLA REGALA LA VITTORIA ALLA VIRTUS PER 1 A 0 SULLO STABIA. La posizione di ultima in classifica della Juve Stabia, non autorizzava a ritenere che i frentani potessero fare dei campani un sol boccone. Ed infatti il ritorno in panchina di Braglia, che era stato esonerato il 23 novembre scorso, ha galvanizzato le vespe che, per quello che si è visto in campo, hanno reso la vita difficile agli abruzzesi grazie ad una buona organizzazione di gioco e alla determinata convinzione di potercela fare a vincere la partita. C'è voluta la magia di capitan Mammarella che con una prodezza ha regalato la vittoria ai rosso-neri. La Virtus,con i tre punti guadagnati oggi, è in terza posizione in classifica alle spalle di Palermo ed Empoli e prenota un posto nei play off. Mister Baroni, ancora privo dell'infortunato Turchi è sceso in campo con il collaudato 4-3-3 il cui tridente d'attacco era formato da Piccolo, Comi e Ragatzu, schierato sin dal primo minuto di gioco. Mister Braglia, che ha dovuto fare a meno di Ciancio, Djiby, Mezovilla e Vitale, ha disposto le sue vespe secondo un aggressivo 3-4-3 mettendo in avanti le punte Parigini, Doukara e Sowe. 

IL PRIMO TEMPO. La prima occasione pericolosa la firma al 16° Sowe che tenta di bucare la rete difesa da Sepe con un pericoloso tiro, ma l'estremo difensore frentano non si è fatto sorprendere. Al 28° i rosso-neri hanno reclamato un calcio di rigore per un fallo in area di Contini ai danni di Comi, ma l'arbitro ha lasciato proseguire. Al 39° Mammarella batte un calcio d'angolo per la testa di Comi, ma Viotti riesce ad anticipare il centravanti. La gara, molto combattuta sul piano fisico, prosegue però fino alla fine del primo tempo senza grossi pericoli per i due portieri.

IL SECONDO TEMPO. Al 7° Sepe con un difficile intervento ha salvato la porta frentana su tiro di Liviero. Al 22° Comi intercetta un cross di Buchel e salta più alto di tutti, ma la palla finisce fuori. Al 39°, quando l'incontro volgeva al termine, il sinistro micidiale di capitan Mammarella da calcio piazzato ha portato in vantaggio il Lanciano che si aggiudica i tre punti in palio 

TABELLINO E PAGELLE.

Virtus Lanciano (4-3-3): Sepe 7. De Col 6, Troest 6, Amenta 6, Mammarella 7.5, Casarini 6, Paghera 5,5 (43st Di Cecco sv) ,Buchel 6,5, Piccolo 5,5 (41°st Aquilanti sv), Comi 6.5, Ragatzu 5 (33° Nunzella 5,5). A disp: Branescu, Vastola, Di Cecco, Gatto, Thiam, Falcinelli, Minotti. Allenatore: Baroni

Juve stabia (3-4-3): Viotti 7, Romeo 6,5 (42°st Di Nardo), Lanzaro 6, Contini 5,5, Zampano 6, De Falco 6, Caserta 6, Liviero 6,5, Parigini 5( 23st Falco5), Doukara 5,5 (30°st Di Carmine 6), Sowe 6. A disp: Suciu, Giandonato, Montini, Di Nunzio, Baraye.  Allenatore: Braglia 6
Arbitro: Roca di Foggia

Clemente Manzo

domenica 02 marzo 2014, 10:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mammarella
lanciano
serie b
pagelle
juve stabia
classifica
punizione
Cerca nel sito