Un Destro al Delfino

Papera di Perin regala i tre punti a Zeman. Difficile decifrare la prova dei biancazzurri

Un Destro al Delfino

PESCARA 0 ROMA 1: DECIDE UN DESTRO. Difficile dire se il segnale di risveglio dato dal Pescara in occasione della sconfitta di misura con la Roma sia attribuibile alla pochezza della squadra capitolina o a una ritrovata coesione della formazione del neo tecnico Bergodi. Fatto sta che i biancazzurri sono riusciti a restare in gara fino alla fine, sfiorando il pareggio con un forcing volitivo. Un carattere che solitamente il Pescara non aveva mostrato prima durante la stagione. Resta la carestia in attacco per gli adriatici che non riescono proprio a trovare la rete, sia per sfortuna che per imperizia. Ma si dovranno stringere i tempi per trovare la quadratura del cerchio perché così si fa poca strada. Ora si va a Napoli con una settimana di lavoro in più per mister Bergodi che comunque sembra aver avuto un buon impatto con l'Adriatico. Adriatico rimasto freddo, anzi rispettoso, nei confronti di mister Zeman che in quella panchina lì sotto la Sud sembra proprio fuori posto. Un segnale chiaro del fatto che il tecnico boemo potrà esse il benvenuto l'anno prossimo, nella panchina che lui stesso ha lasciato pochi mesi fa.

PRIMO TEMPO. Al 4' il primo tiro della Roma indirizzato verso la porta di Perin: Bradley non trova lo specchio e la sfera scivola a lato. A 5' il vantaggio della Roma con Destro che appoggia il tapin dopo una scellerata risposta di Perin su punizione di Totti dalla distanza. Sotto accusa il portiere biancazzurro che respinge centralmente un pallone che Zoff avrebbe parato con una mano sola. Ancora la Roma al 32' con un colpo di testa di Destro, ma in questa occasione Perin si riscatta con un bel colpo di reni. Il primo tempo è tutto qui: il Pescara non riesce a impensierire la difesa pur ballerina dei giallorossi.

SECONDO TEMPO. Florenzi fa la barba al palo con un destro dai 25 metri all'inizio della ripresa. Perin compie un miracolo al 49' uscendo a valanga su Destro che stava per battere a rete. Totti ci prova con un missile al 57', ma la palla è out. Ancora Destro di testa non vede lo specchio al 59'. Pescara pericoloso al 63' con un cross di Balzano al centro dell'area giallorossa dove Abbruscato e Terlizzi si ostacolano al momento di colpire di testa. Soddimo spera nel gran gol dalla distanza, ma non c'è né la forza, né la precisione. Il Pescara spinge e Abbruscato ha sul piede la palla del pareggio, ma Piris fa muro davanti alla porta romanista. All'87' super occasione per i biancazzurri con Weiss che parte in posizione regolare, arriva sul fondo, passa al centro per Abbruscato ma il tiro di prima intenzione è deviato di un nonnulla.

IL TABELLINO

Pescara 0

Roma 1

Reti: 5' Destro

Pescara: Perin, Romagnoli, Terlizzi, Bocchetti, Modesto (80' Caprari), Nielsen, Togni (74' Soddimo), Bjarnason, Balzano, Quintero (55' Weiss), Abbruscato. In panchina: Pelizzoli, Crescenzi, Celik, Brugman, Vukusic, Cosic. All. Bergodi

Roma: Goicoechea, Marquinhos, Bradley, Castan, Osvaldo (87' Tachtsidis), Totti, Pjanic, Destro (77' Perrotta), Piris, Balzaretti, Florenzi (68' Marquinho). In panchina: Lobont, Svedkauskas, Lopez, Dodò, Burdisso, Romagnoli, Tachtsidis. All. Zeman

Ammoniti: Bradley, Soddimo, Weiss, Pjanic

Arbitro: Andrea Gervasoni di Mantova. Assistenti: Fabrizio Posado di Bari e Roberto Iannello di Novi Ligure. IV Ufficiale: Matteo Passeri di Gubbio. Addizionali: Sebastiano Peruzzo di Schio e Filippo Merchiori di Ferrara

Fernando Errichi

domenica 25 novembre 2012, 17:51

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
roma
pescara
bergodi
modulo
gara
destro
weiss
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano