Uccisa l'8 marzo, 18 anni di reclusione al compagno

Sentenza del tribunale di Vasto a carico di Joseph Martella. La vittima, Daniela Marchi, era deceduta per strangolamento

Uccisa l'8 marzo, 18 anni di reclusione al compagno

CONDANNATO. La condanna a 18 anni di reclusione e l'interdizione di 5 anni dai pubblici uffici per omicidio volontario: è la sentenza a carico di Joseph Martella, 57 anni di Vasto, ritenuto colpevole della morte della compagna Daniela Marchi, 53enne. Lo ha stabilito il il gup Caterina Salusti del tribunale di Vasto, dove si è svolto il processo con rito abbreviato e a porte chiuse. A rappresentare la pubblica accusa in aula c'era il procuratore capo Giampiero Di Florio.

DANIELA E' STATA STRANGOLATA. Daniela è stata uccisa la sera dell'8 marzo scorso in un appartamento di Vasto Marina; e' morta per strangolamento. Martella, difeso dall'avvocato Massimiliano Baccala', è sempre stato l'unico indagato per il reato di omicidio volontario della sua convivente. Dopo essere stato arrestato, era stato rinchiuso nel penitenziario di Torre Sinello a Vasto.

Redazione Independent

mercoledì 11 novembre 2015, 10:08

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
omicidi
vasto
cronaca
strangolamento
morti
martella
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!