Tutti assolti per Caffè Venezia. La procura aveva chiesto il fallimento

Scagionati completamente i sette imputati della famiglia Granatiero. Il Pm Varone aveva chiesto la condanna per riciclaggio

Tutti assolti per Caffè Venezia. La procura aveva chiesto il fallimento

CAFFE' VENEZIA: TUTTI ASSOLTI. Tutti assolti per Caffè Venezia. La procura di Pescara aveva chiesto il fallimento su un presunto riciclaggio che nel settembre 2011 porto' al sequestro - e poi al dissequestro - dei due Caffe' Venezia di Pescara, di conti correnti e beni aziendali per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro. La decisione del giudice Maria Carla Sacco chiude il caso e scagiona definitivamente i sette imputati.

Le persone coinvolte, giudicate con il rito abbreviato, sono i componenti della famiglia Granatiero, originaria di Manfredonia, che a Pescara hanno creato una sorta di impero dal 2002. Secondo il pm Gennaro Varone, che aveva chiesto cinque condanne e due assoluzioni, il denaro investito a Pescara dai Granatiero proveniva dal clan pugliese dei Romito.

Ipotesi totalmente infondata per il tribunale di Pescara.

Redazione Independent

giovedì 26 febbraio 2015, 17:08

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
bar venezia
assoluzioni
granatiero
romito
pm varone
sentenza
pescara
Cerca nel sito

Identity