Trivelle nell'Adriatico. Salta conferenza dei servizi sul Progetto Ombrina

A Roma, sotto la sede del ministero, numerosi manifestanti contro la contestata piattaforma petrolifera al largo della costa teatina

Trivelle nell'Adriatico. Salta conferenza dei servizi sul Progetto Ombrina

SALTA CONFERENZA DEI SERVIZI SUL PROGETTO OMBRINA. Rinviata di almeno tre settimane la conferenza dei servizi sul progetto ombrina, la contestata piattaforma petrolifera al largo della costa teatina. A Roma, sotto la sede del ministero, numerosi manifestanti durante la conferenza. Dopo la iniziale richiesta di rinvio dei comuni interessati e della Rockhopper, il sottosegretario alla presidenza della regione, Mario Mazzocca, ha chiesto di sospendere per illeggittimita' del provvedimento la decisione. uUna legge regionale, in vigore da oggi, vieta questo tipo di attivita' che però è chiaramente incostituzionale. Enzo Di Salvatore, docente di Diritto Costituzionale presso l'Università di Teramo, commenta così l'accaduto:

Decisiva la strategia messa in campo dai Comuni, che hanno fatto valere il motivo del mancato deposito della documentazione da parte della società Rockhopper affinché potessero esprimere il proprio parere. Le persone di fiducia individuate dalle amministrazioni locali interessate non hanno potuto partecipare alla riunione. La prossima volta, tuttavia, sarà consentito che ogni amministrazione convocata possa portare con sé una persona di fiducia. Inoltre, il Ministero dello sviluppo economico si è riservato di valutare la richiesta della Regione Abruzzo di sospensione del procedimento alla luce della legge regionale sul divieto delle 12 miglia (pubblicata oggi sul BURA: legge n. 29/2015). 

Redazione Independent

mercoledì 14 ottobre 2015, 13:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ombrina
conferenza dei servizi
enzo di salvatore
roma
rockopper
abruzzo
mario mazzocca
Cerca nel sito