Tossicodipendente arrestato nella "casa della morte" a Rancitelli

Blitz della polizia al "Ferro di Cavallo". Ma la droga che si vende a tutte le ore del giorno e della notte non si trova

Tossicodipendente arrestato nella "casa della morte" a Rancitelli

Ennesimo blitz nel quartiere Rancitelli della Questura di Pescara, insieme a pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo ed una unità cinofila antidroga della Polizia di Stato. Nel mirino delle forze dell'ordine, manco a dirlo, è il cosiddetto "Ferro di Cavallo", lo stabile in via Tavo tristemente noto per vicende di criminalità e persino un omicidio. 

L'ordine del questore Passamonti è quello di esercitare pressione sui trafficanti di droga ma, come succede spesso, questa non viene trovata probabilmente grazie al sistema di "vedette" organizzato in stile Scampia.

Un uomo, un tossicodipendente di 47 anni, è stato rintracciato all'interno di uno stabile in disuso frequentato da consumatori di sostanze stupefacenti, lo stesso dove trovò la morte il testimone oculare dell'omicidio di Tommaso Cagnetta, avvenuto il 2 luglio 2012, e per il quale è stato condannato Angelo Ciarelli. Doveva essere agli arresti domiciliari e per questo è stato arrestato.

Reda Inde

mercoledì 10 settembre 2014, 10:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rancitelli
ferro di cavallo
droga
vedette
scampia
spaccio
omicidio
via tavo
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!