Terrorizzava la famiglia usando violenza e minacce: arrestato 48enne a Pescara

L'uomo era già finito nei guai per una serie di reati contro il patrimonio. Ad aggravare la situazione il vizio della bottiglia di cui era schiavo

Terrorizzava la famiglia usando violenza e minacce: arrestato 48enne a Pescara

Un 48enne di Pescara, E.M, con precedenti vari (resistenza a pubblico ufficiale, violenza, lesioni ed oltraggio a Pubblico Ufficiale) è stato arrestato dalla polizia perchè sorpreso ancora mentre usava violenza e minacce nei confronti degli anziani genitori ed il fratello per farsi consegnare denaro per comprare altro vino e denaro. Non appena ha visto i poliziotti l'uomo, probabilmente eccitato dall'assunzione di alcool, si è scagliato contro di loro con rabbia e furore tanto che non è stato semplice bloccarlo.

Questa situazione andava avanti da tempo, anzi che era peggiorata tanto che, in alcune circostanze, avevano riportato delle contusioni e lesioni fisiche. Così lo scorso 24 gennaio avevano deciso di denunciarlo dopo che, tornato dalla questura di Pescara dove aveva l'obbligo di firma, ha cominciato ad infastidire tutti per la sue sete di alcool..

Lo scorso novembre aveva,poi, scatenato il pandemonio presso il pronto soccorso di Pescara, dove si era scagliato contro il personale medico con violenza e denunciato per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Nella serata di ieri, al termine degli accertamenti di rito, il P. M. di turno ne ha disposto l’associazione presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che nella mattinata odierna lo giudicherà nuovamente in direttissima.

Redazione Independent

martedì 27 gennaio 2015, 13:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
arresto
uomo
violento
pescara
alcool
vino
questura
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!