Teramo beffato dalla Spal che pareggia 1-1 nei minuti di recupero

I biancorossi non chiudono la partita contro gli emiliani. Un calcio di rigore di Fioretti nei minuti di recupero e sfuma la vittoria

Teramo beffato dalla Spal che pareggia 1-1 nei minuti di recupero
TERAMO BEFFATO DALLA SPAL CHE PAREGGIA 1-1 NEI MINUTI DI RECUPERO La colpa dei biancorossi teramani, se di colpa si può parlare, è che non hanno saputo chiudere la partita con la Spal quando hanno avuto l'occasione infilando per la seconda volta la rete dei bianco azzurri, che, fortunosamente a tempo ormai scaduto, si sono visti concedere dall'arbitro un calcio di rigore che lo spallino Fioretti ha freddamente trasformato. L''Ascoli, dopo la vittoria esterna a Pisa porta a 4 la distanza dal Teramo che comunque resta secondo con 49 punti davanti a Reggina e Pisa. Il primo tempo: Al 5° Donnarumma da posizione defilata fa partire un tiro che sorvola la traversa. La Spal, che interpreta la gara restando coperta in difesa e cercando di controllare il centro campo, non lascia spazi ai diavoli. Al 33° Di Quinzio dalla lunga distanza fa partire un siluro che Tonti para a terra. Al 42° Di Matteo riesce a servire Di Paolantonio il cui tiro fa la barba al palo. La prima frazione di una gara disputata dalla Spal chiusa in difesa si conclude sullo 0-0. Il secondo tempo: Il diavolo parte a spron battuto e aggredisce l'area spallina con Cenciarelli che dopo aver saltato un paio di avversari rimette al centro un pallone che nessun giocatore teramano intercetta. Al 24° Perrotti evita una segnatura degli ospiti respingendo dalla linea di porta, Non passa molto tempo che al 28° Donnarumma trasforma un calcio di rigore per un evidente fallo subito in area da Amadio, portando a 14 il suo bottino personale di marcature. Si arriva al 40° quando il bomber Donnarumma vede Menegatti fuori dai pali e prova un pallonetto che però finisce alto. Vivarini pensa che la gara sia ormai finita e procede quindi a sostituire Di Matteo con Masullo e Donnarumma con MIlecevic. Ma la gara finisce quando l'arbitro fischia tre volte e così al 1° minuto di recupero ci scappa un calcio di rigore che Fioretti trasforma. Dopo altre due occasioni sprecate da Lapadula e Cenciareli finisce la gara 1-1 decisamente sfortunata per i padroni di casa. Teramo (5-3-2-): Tonti,Scipioni, Caidi, Speranza, Di Paolantonio, Perrotta, Di Matteo (41° st Masullo), Amadio, Cenciarelli, Lapadula, Donnarumma (44° st Milicevic). A disp: Narduzzo, Diakité, Brugaletta, Bucchi. Allenatore: Vivarini. Spal (5-3-2): Menegatti, Lazzari (28°st Togni), Silvestri, Capece, Gasparetto, Cottafava, Neva (31°st Fioretti), Gentile, Zigoni, Di Quinzio, Rovini (21° st Finotto). A disp: Ranieri, Aldrovandi Gerbaudo, Giani,. Allenatore: Semplici. Arbitro: Colarossi di Roma. C.M.

domenica 01 marzo 2015, 21:23

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
spal
classifica
rigore
fioretti
notizie
Cerca nel sito