Teramo Lavoro stacca la spina

Sospesa procedura di risoluzione dei contratti. Accordo con la Provincia per il pagamento delle mensilità arretrate

Teramo Lavoro stacca la spina

TERAMO LAVORO: STOP ALLA RISOLUZIONE. Firmato oggi un accordo tra l’amministrazione provinciale e la società Teramo Lavoro che sospende la procedura di risoluzione anticipata dei contratti dei lavoratori retribuiti con il Fondo sociale europeo. La Provincia si è impegnata al pagamento delle fatture emesse dalla società relative alle mensilità di agosto e settembre, a fronte dei servizi erogati dai suoi dipendenti, impiegati presso il settore Lavoro di via Taraschi e i centri per l’impiego.

IL FUTURO E' INCERTO. La società ha accolto l’invito a sospendere l’annunciata cessazione anticipata del disciplinare di servizio e dei contratti di lavoro che sarebbe dovuta scattare da domani, 3 ottobre, riservandosi di riattivarla qualora il pagamento di tutti i corrispettivi maturati non avvenga entro il prossimo 26 ottobre. Al tavolo provinciale dal quale è scaturito l’accordo hanno partecipato, oltre al presidente Catarra e all’assessore Guardiani, il direttore generale dell'Ente, Gianna Becci, l’amministratore Venanzio Cretarola e il responsabile del personale Teramo Lavoro, Salvatore Lagatta.

reda inde

 

martedì 02 ottobre 2012, 14:25

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
lavoro
futuro
lavoratori
salvatore lagatta
venanzio cretarola
gianna becci
centri
impiego
notizie
Cerca nel sito