Tari, Confartigianato attacca Brucchi: «Noi non interpellati»

lettera aperta di Luciano Di Marzio al primo cittadino di Teramo. Confindustria e Api chiamate al tavolo delle trattative

Tari, Confartigianato attacca Brucchi: «Noi non interpellati»

TARI, CONFARTIGIANATO SI LAMENTA CON BRUCCHI. La Confartigianato Imprese Teramo ha chiesto al sindaco Maurizio Brucchi un incontro urgentissimo in vista dell’approvazione del nuovo regolamento della tassa TARI.

"Ci dispiace - si legge nella lettera di Luciano Di Marzio - che i nuovi Presidenti appena insediati di Confindustria Ercole Cordivari e API Alfonzo Marcozzi non abbiano notato che mancava la firma della CONFARTIGIANATO, Associazione presente nella provincia di Teramo dal 15 ottobre 1945, nella lettera-appello inviata al sindaco Brucchi. Sicuri che il sindaco Maurizio Brucchi, sempre molto sensibile alle nostre richieste così come dimostrato in precedenza (vedi TIA nel 2011), provvederà a convocare tutte le Associazioni datoriali ed a repecire adeguatamente le legittime richieste".

il presidente di Confartigianato a questo punto si aspetta di conoscere la data che il sindaco Brucchi fisserà per il tavolo delle trattative insieme alle altre organizzazioni allo scopo di individuare la via meno onerosa per le imprese.

Reda Inde

martedì 05 agosto 2014, 12:57

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
tari
teramo
brucchi
luciano di marzio
notizie
confartigianato
ercole cordivari
alfonzo marcozzi
Cerca nel sito