Studenti pugliesi aggrediti a Pescara Vecchia. Denunciati due ultras pescaresi

Il motivo: cori inneggianti al Lecce. La Digos ha sequestrato anche una mazza ferrata e una cintura.

Studenti pugliesi aggrediti a Pescara Vecchia. Denunciati due ultras pescaresi
AGGRESSIONE A PESCARA VECCHIA. DENUNCIATI DUE ULTRAS. La Digos di Pescara ha individuato e denunciato due ultras pescaresi responsabili, secondo la Questura, dell'aggressione a calci e pugni, e persino col ferimento di una coltellata, di un gruppo di ragazzi pugliesi, studenti fuorisede, nella zona di Pescara Vecchia. Il motivo dei fatti violenti, capitati la notte del 18 maggio, sono da ricondurre alla rivalità tra le tifoserie: quella biancazzurra e quella giallorossa del Lecce, aplificata anche dall'aggressione dei pullman dei tifosi pescaresi nelle campagne di Lecce, nell'ultima tasferta in terra pugliese del campionato di Serie B, lo scorso 31 maggio. Mentre il fattore scatenante, il cosiddetto "affronto", sarebbe stato, sempe secondo gli inquirenti, dei cori da stadio inneggianti ai colori ed al tifo giallorosso.
Ai denunciati sono stati notificati gli avvisi di garanzia. Inoltre è stato sequestrato del materiale che sarebbe stato utilizzato nell’aggressione: una mazza ferrata ed una cintura. 
Redazione Independent

giovedì 06 giugno 2019, 14:14

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
vecchia
leccesi
accoltellamento
ultras
notizie
pescara vecchia
Cerca nel sito