Stabilità. Legge plus iniqua

Il Governo Monti desta sempre più meraviglia. Aumenta l'Iva sulle prestazioni sanitarie dal 4% al 10%

Stabilità. Legge plus iniqua

LA LEGGE DI STABILITA' SEMPRE PIU' INIQUA. La legge di stabilità non ancora è stata presentata in Parlamento a causa delle feroci polemiche sulle norme che dovrebbero colpire i più disagiati. Ecco alcuni esempi di norme, oltre a quelle già note, che la Camusso ha definito giustamente «di un cinismo insopportabile». Aumento dell'IVA dal 4% al 10% sulle prestazioni sanitarie fornite dalle cooperative. Il costo aggiuntivo graverà, oltre che sugli Enti locali, anche sulle famiglie che sono costrette ad avvalersi dell'assistenza delle cooperative. Poi: le indennità di accompagnamento per i disabili, le pensioni di invalidità e di guerra saranno assoggettate all'IRPEF se, sommate agli altri redditi, supereranno la soglia dei 15.000 euro. E ancora: sale la franchigia per le donazioni alle ONLUS: Infine, il taglio delle deduzioni e detrazioni fiscali saranno retroattive, mentre i benefici derivanti della riduzione delle aliquote IRPEF scatteranno solo l'anno prossimo.

BUONE NOTIZIE PER LA L.104 Per fortuna sembra che sia stata cassata l'odiosa norma che avrebbe comportato il dimezzamento della paga oraria dei dipendenti pubblici quando questi, 
usufruendo della legge 104, richiedono permessi orari per assistere un parente invalido.
Maria Manzo

martedì 16 ottobre 2012, 13:04

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
legge
stabilit
governo
monti
104
disabili
parente
dipendenti pubblici
iva
aumento
prestazioni
sanitarie
pensioni
donazione
detrazioni
irpef
Cerca nel sito