Sorpresi in flagranza mentre rubavano ottocento chili di rame all’ex Cementificio

Arrestati cinque romeni per furto aggravato in concorso. L'oro giallo vale sul mercato 7/8 euro/Kg

Sorpresi in flagranza mentre rubavano ottocento chili di rame all’ex Cementificio

PESCARA: ROMENI SORPERSI A RUBARE CENTANAIA DI CHILI DI RAME DENTRO 'EX CEMENTIFICIO. Sorpresi in flagranza di reato mentre rubavano centinaia di chili di rame dall’ex cementificio. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, hanno tratto in arresto per furto aggravato in concorso 5 uomini romeni, residenti a Vasto e con numerosi precedenti.

Tutto è cominciato alle 22.00 circa di domenica 18 settembre quando una pattuglia in borghese ha notato transitare, in Via Aterno, una Mercedes di colore nero con 5 soggetti a bordo. I militari hanno immediatamente riconosciuto l’auto perché già segnalata come mezzo utilizzato per compiere reati,  e hanno così deciso di pedinarla. Il mezzo ha proseguito via Raiale direzione Chieti e ha poi imboccato la stradina che porta al canile municipale.

Da lì i malfattori si sono diretti a piedi verso la recinzione del cementificio, mentre l’autista è rimasto a bordo del veicolo fungendo da “palo”.

Nel momento dell’uscita è scattata la trappola e i militari dell’Arma che nel frattempo si erano appostati all’interno del cementificio hanno colto gli uomini con le “mani nel sacco”.

Arrestati immediatamente i malviventi sono stati processati per direttissima e rimessi in libertà con l’obbligo di dimora.

Silvia G.

martedì 20 settembre 2016, 16:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
furto
cementificio
rame
romeni arrestati
via raiale
scarponi
pescara
carabinieri
Cerca nel sito