Sicurezza a Vasto, Cirielli (FdI-An) presenta un’interrogazione

La questione finisce in Parlamento su sollecitazione di Etel Sigismondi e Marco Di Michele Marisi. Tante operazioni delle Forze dell’Ordine negli ultimi 5 anni

Sicurezza a Vasto, Cirielli (FdI-An) presenta un’interrogazione

IN PARLAMENTO LA SICUREZZA A VASTO. Finisce in Parlamento la questione sicurezza di Vasto e del Vastese. A presentare un'interrogazione ai Ministri competenti è stato il Deputato di Fratelli d’Italia-AN Edmondo Cirielli che, messo a conoscenza da Etelwardo Sigismondi, consigliere comunale di Vasto, e Marco Di Michele Marisi, esponente di FdI-An, dei numerosi episodi di criminalità nel territorio e delle problematiche legate al comparto sicurezza, ha attivato uno degli strumenti a disposizione dei Parlamentari.

LE OPERAZIONI ANTI CRIMINALITA'. Vasto e il Vastese, ha spiegato Sigismondi, sono stati al centro, negli ultimi 5 anni, di complesse operazioni delle Forze dell’Ordine volte a sgominare associazioni criminali che operavano nel territorio, con pesanti infiltrazioni nel tessuto economico delle città. Questa zona è particolarmente critica per il fatto che rappresenta un crocevia importante di regioni nelle quali hanno base associazioni criminali di stampo camorristico e non solo. Numerosi, negli anni, sono stati e continuano a essere gli episodi di usura, estorsione, riciclaggio di denaro, spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti; a testimonianza di ciò le operazioni più importanti portate avanti dalle Forze dell’Ordine quali ‘Histonium1’, ‘Histonium2’, ‘Pink Lady’, ‘Colore’, ‘Veruska’, ‘Tramonto’, ‘Car Wash’, ‘Adriatico’, ‘Take Away’ e ‘Hot spring’.”

“Nonostante la palese esigenza di serrare i controlli per evitare ulteriori infiltrazioni della criminalità organizzata – ha detto Di Michele Marisi – pesanti sono le penalizzazioni che questo territorio ha subìto e continua a subire: dalla dismissione della motovedetta dei Carabinieri operata nell’aprile 2013, alla paventata soppressione del Presidio della Polizia Ferroviaria alla Stazione Vasto-San Salvo, che rappresenta un importante snodo per il territorio che conta circa 150mila abitanti. I continui tagli del Governo nazionale al comparto sicurezza, che portano, tra le altre cose, a un evidente sotto organico delle Forze dell’Ordine anche all’interno delle strutture del territorio di Vasto e del Vastese, non risultano facilitare per nulla il compito dei militari dell'Arma e non solo, che operano nelle ristrettezze di personale”.

LA NUOVA CASERMA DEI CARABINIERI. Dal 2006 si discute della necessità di edificare una nuova Caserma dei Carabinieri a Vasto, visto che l’attuale si trova in una posizione non strategica rispetto alla città, che nel corso degli anni si è espansa in maniera rapida. Al centro dell’interrogazione parlamentare presentata dall’On. Edmondo Cirielli vi sono tutte queste problematiche, con la richiesta di interventi volti a scongiurare le penalizzazioni del comparto sicurezza nel Vastese e ad aumentare mezzi e organico delle Forze dell’Ordine.

Redazione Independent

lunedì 02 febbraio 2015, 14:24

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
sicurezza
vasto
politica
fratelliditalia
interrogazioni
Cerca nel sito