Si tuffa in mare per fuggire alla polizia: arrestato col pattino

Una pattuglia sorprende all'alba lo straniero sospettato di furto. L'uomo è stato portato in ospedale per essere curato

Si tuffa in mare per fuggire alla polizia: arrestato col pattino

PESCARA. UOMO SI TUFFA IN MARE PER SFUGGIERE AL CONTROLLO: ARRESTATO. Uno straniero di 33 anni è stato arrestato con l'accusa di furto e resistenza a pubblico ufficiale al termine di un lungo tentativo di fuga.

Il marocchino, infatti, dopo essere stato inseguito sul lungomae Matteotti si è gettato in mare nella vana speranza di farr perdere le proprie tracce.

La polizia l'ha inseguito col pattino fino a raggiungerlo in mare aperto e, probabilmente, anche a salvargli la vita. 

Accompagnato in ospedale da personale del 118, l’uomo è stato dimesso e indagato per il reato di tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale.

Inoltre, gli è stato e notificato un provvedimento del Magistrato di Sorveglianza di Bari con cui gli viene imposto l’obbligo di dimora in Andria. 

Redazione Independent

martedì 24 giugno 2014, 17:56

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
tuffo
mare
arresto
notizie
pescara
pattino
lungomare matteotti
Cerca nel sito