Si è spento un simbolo della sinistra abruzzese, Nevio Felicetti

Era nato il 22 ottobre 1925 a Pescara dove svolgeva la professione di Consulente di assicurazioni. Entrò in Senato nel 1979 col PCI

Si è spento un simbolo della sinistra abruzzese, Nevio Felicetti

SI E' SPENTO UN SIMBOLO D'ABRUZZO. Si è spento all'età di 89 anni il politico pescarese Nevio Felicetti, simbolo della sinistra abruzzese. Felicetti entrò in Parlamento col Partito Comunista Italiano la prima volta nel luglio del 1976, eletto nel collegio di L'Aquila. Erano i tempi del Terzo Governo Andreotti altrimenti chiamato "Governo della non sfiducia", grazie all'astensione del Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer durante la votazione in Parlamento per la fiducia.

Felicetti venne eletto per tre volte consecutivamente al Parlamento Italiano (VII Legislatura Camera,VIII Legislatura Senato e IX Legislatura Senato) dove ricoprì ruoli delicatissimi, tra cui ricordiamo quello di membro della commissione parlamentare d'inchiesta sul caso Sindona, membro della loggia P2 e coinvolto nell'affare Calvi e mandante dell'omicidio di Giorgio Ambrosoli. 

Commozione è stata espressa dal sindaco di Pescara Marco Alessandrini, molto legato a Felicetti, il quale ha disposto la Camera ardente cje sarà allestita in Comune a partire da domani pomeriggio

Alla moglie Andreina ed ai figli Pasquale e Massimo va l'abbraccio commosso e riconoscente del nostro giornale.

 

Redazione Independent

 

giovedì 19 febbraio 2015, 14:49

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
nevio felicetti
partito comunista
abruzzo
senato
pescara
morto
Cerca nel sito