Si consegna spontaneamente alla Narcotici: in cella albanese

L'Aquila. Finisce a Le Costarelle un 30enne albanese espulso dal territorio italiano per reati in materia di stupefacebti

Si consegna spontaneamente alla Narcotici: in cella albanese

L'AQUILA, ALBANESE ARRESTATO PER INOSSERVANZA DEL DECRETO DI ESPULSIONE. Si è consegnato spontaneamente agli agenti della Sezione Narcotici della Questura di L'Aquila Julian Bendaj, 30enne albanese, condannato in via definitiva alla pena di mesi uno e 15 giorni di reclusione. 

Il tribunale di sorveglianza di l’aquila gli ha disposto la revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare ed adesso si trova nella casa circondariale “Le Costarelle” per numerosi pregiudizi di polizia.

Nel dicembre 2013 era stato espulso dal territorio dello stato ed accompagnato al CIE di Bari con il divieto di farvi rientro per  dieci anni.

Proprio per questa inosservanza, non avendo ricevuto alcuna autorizzazione per rientrare nel territorio dello Stato Italiano è stato deferito all’autorità giudiziaria per  violazione dell’art. 13 comma13  del d.l.vo nr 286/98  modificato dalla legge nr.129/2011 ( violazione del divieto di reingresso sul territorio nazionale

Redazione Independent

martedì 22 luglio 2014, 14:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
le costarelle
l'aquila
stupefacenti
notizie
narcotici
Cerca nel sito