Barricato minaccia il suicidio

Problemi bancari e giudiziari hanno spinto Marcello Sborgia all'esasperazione. I carabinieri trattano via sms

Barricato minaccia il suicidio

SPOLTORE. IMPRENDITORE SI BARRICA E MINACCIA IL SUICIDIO. Marcello Sborgia, 52 anni, noto costruttore e titolare dell'agenzia di scommesse Pakundo Bet, si è barricato nel nogozio di Santa Teresa e minaccia di uccidersi. A spingere l'uomo - conosciuto da tutti come una persona molto generosa - a compiere questo gesto eclatante sarebbero i debiti accumulati, le richieste delle banche che gli avrebbero chiesto di rientrare, oltre all'esasperazione per una vicenda giudiziaria nella quale è rimasto coinvolto durante la sua attività di immobiliarista. Sborgia avrebbe dei problemi a consegnare diversi appartamenti già venduti a causa della chiusura del credito, da parte di un'istituto bancario, che prima l'avrebbe finanziato e, in un secondo momento, si sarebbe tirato indietro.

SUL POSTO I CARABINIERI. Stando al racconto di alcuni dipendenti Sborgia sarebbe entrato nel centro scommesse della Snai poco dopo l'una e trenta e, dopo aver esploso un paio di colpi di arma da fuoco contro una parete e in aria, avrebbe fatto uscire tutti i dipendenti e giocatori presenti nel locale. Dopodichè si è barricato dentro urlando frasi agghiaccianti e minacciando il suicidio. Sul posto ci sono i carabinieri di Spoltore che stanno tentando di far desistere Sborgia dal compiere una pazzia. E' in corso una trattativa con un dirigente di una banca per cercare di trovare una soluzione. La strada SS 102  di Santa Teresa di Spoltore è stata chiusa al traffico nella zona del centro scommesse.

twitter@subidirettore

lunedì 21 gennaio 2013, 16:47

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marcello
sborgia
pakundo
costruzioni
spoltore
notizie
arma
suicidio
Cerca nel sito