Sgomberati cinque disperati

Pescara. Blitz della Polizia Provinciale in via Orazio e nell'ex scuola media Muzil: le dimore dei 'senza tetto'

Sgomberati cinque disperati

SGOMBERATI CINQUE DISPERATI. Il personale della Polizia Provinciale, coordinato da Giulio Honorati, è intervenuto alle prime luci del giorno in via Orazio e nella ex scuola Muzii, per sgomberare gli abusivi che stazionano in queste zone.

L'INTERVENTO IN VIA ORAZIO. In via Orazio, in corrispondenza della pista ciclabile provinciale, sono stati sorpresi quattro polacchi e un italiano, che sono stati accompagnati nella sede del Comando per gli accertamenti del caso e poi in Questura, presso l’Ufficio Immigrazione e Gabinetto di Polizia Scientifica per i procedimenti  foto dattiloscopici di segnalamento e AFIS. I polacchi hanno precedenti per piccoli furti, ubriachezza, lesioni personali, inosservanza dei provvedimenti di allontanamento mentre l’italiano ha numerose segnalazioni per ripetute inosservanze del foglio di via e rimpatrio obbligatorio. 

LO STABILE DELL'EX CONSERVATORIO. Nello stabile dell’ex Conservatorio (ex scuola media Muzii) prospiciente la strada parco, dove era stata segnalata dalla Questura la presenza di stranieri, sono stati trovati solo dei capi di abbigliamento ma la struttura era vuota. Il fatto che qualcuno trovi riparo in questi locali è però chiarissimo: una cancellata e  una saracinesca sono state rotte per accedere all’ex scuola, per cui la Polizia provinciale ha informato l’ufficio competente del Comune (Edilizia Scolastica) affinché vengano chiusi gli accessi all’edificio.

Reda Inde

martedì 11 settembre 2012, 19:50

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
sgomberati
cinque
disperati
via orazio
ex scuola muzzi
stabile
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!