Sequestrati immobili per tre milioni a famiglia di etnia rom

Montesilvano. Blitz all'alba contro l'accumulo di patrimoni illeciti. Sigilli ad una villa lungo il fiume Saline

Sequestrati immobili per tre milioni a famiglia di etnia rom

SEQUESTRATI AI ROM IMMOBILI PER UN VALORE DI OLTRE UN MILIONE DI EURO. Questa mattina personale della Questura e dei Comandi Provinciali della Guardia di Finanza e dei Carabinieri di Montesilvano stanno dando esecuzione ad alcune misure di prevenzione patrimoniale disposte a carico dei componenti di una famiglia di etnia rom.

Il valore degli immobili oggetto del sequestro è di oltre un milione di euro.

Un altro duro colpo all’accumulo dei patrimoni illeciti da parte di interi nuclei familiari i cui particolari verranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà questa mattina presso la Questura, sala del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo alle ore 11.00.

Si tratta di una villa (ben 21 le stanze) sul lungofiume a Montesilvano, completamente abusiva e sulla quale pendeva un ordine di demolizione riconducibile a Dante Spinelli. "E' stato difficile ricostruire il carteggio - spiega il questore Passamonti - poichè i documenti erano spariti". Sequestarato anche un appartamento in via L'Aquila di proprietà del figlio del valore di 250mila euro.

Il capitano della compagnia dei carabinieri di Montesilvano Enzo Marinelli, che a breve lascerà il comando per una promozione, ha raccontato che il patrimonio è stato accumulato con attività di spaccio, estorsione e furti.

Redazione Independent

martedì 08 luglio 2014, 09:07

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
patrimoni illeciti
famiglie
immobili
montesilvano
notizie
crimine
etnia rom
Cerca nel sito