Scuole nel mirino dei terroristi? Telefonata anonima fa scattare la paura

Aumentati i controlli intorno alle scuole primarie di Abruzzo e Molise. Alessandrini: "Non enfatizzeremo nè sottovaluteremo nulla"

Scuole nel mirino dei terroristi? Telefonata anonima fa scattare la paura

"ATTENTI ALLE SCUOLE DI PESCARA VASTO E TERMOLI". Una telefonata anonima ("Attenti alle scuole di Pescara, Vasto e Termoli. Fermate la strage!" - alla Guardaia di Finanza di Campobasso ha lanciato un allarme al vaglio degli inquirenti su alcuni obiettivi sensibili: cioè le scuole primarie di varie città abruzzesi e molisane fra cui Pescara. Sulla questione sicurezza, dato che la popolazione italiana è ancora scossa dall'onda emotiva degli attentati di Parigi, è intervenuto il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini. “Le scuole del territorio sono sotto controllo. Non sottovaluteremo nè enfatizzeremo nessun allarme terrorismo". Intanto però le forze dell'ordine sono già al lavoro per aumentare i livelli di sicurezza intorno alle scuole primarie. Anche i dirigenti scolastici potrebbero procedere all'adozione di misure straordinarie, a cominciare dalla chiusura delle proprie porte. "Non dobbiamo cedere alla paura - ribadisce Alessandrini - oggi più che mai e continuare la vita di tutti i giorni. Colgo poi questa come un'occasione per una riflessione più ampia sul tema della sicurezza, che troppo spesso finisce con l'essere oggetto di contrapposizione politica, ma che va oggi depoliticizzata visto che la sicurezza resta un diritto individuale di ciascuno di noi". Già domani vi sarà una riunione straordinaria del Comitato provinciale sull'ordine e la sicurezza per cooordinare al meglio ogni forma di intervento e valutare l'entità dell'allarme.

Redazione Independent

martedì 13 gennaio 2015, 14:30

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
allarme
terrorismo
scuole
obiettivo
abruzzo
molise
terroristi
attentati
Cerca nel sito