Sciolto il Comune di Reggio C.

La decisione è del Consiglio dei Ministri, la Cancellieri: «Contiguità con la 'ndrangheta». Arrivano tre commissari

Sciolto il Comune di Reggio C.

REGGIO CALABRIA. SCIOLTO IL COMUNE. «Il Comune di Reggio Calabria è stato sciolto per contiguità con associazioni mafiose e non infiltrazioni». Lo dice lo stesso Ministro degli Interni Cancellieri, in seguito alla decisione del Consiglio dei Ministri, annunciando anche l'arrivo di tre commissari. Per i prossimi 18 mesi, fino a nuove elezioni, guideranno il Capoluogo della Calabria il prefetto di Crotone Vincenzo Panico, il viceprefetto Giuseppe Castaldo e il dirigente dei servizi ispettivi di finanza della Ragioneria dello Stato Dante Piazza.

L'ACCUSA: CONSIGLIERE REFERENTE DI COSCHE. Secondo il Ministero il consigliere Giuseppe Plutino (poi sospeso) sarebbe il referente politico della cosca Caridi all'interno del Comune di Reggio Calabria. Plutino, secondo l'accusa, avrebbe garantito la copertura politica alla cosca venendo gratificato con i consensi elettorali. Foto: Mimmo Zema

Reda Inde

mercoledì 10 ottobre 2012, 09:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
comune
reggio
calabria
notizie
cronaca
cancellieri
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!