Scalo. aria sotto controllo?

Pronto un sistema di rilevazione della qualità fisso. Il pericolo si chiama ossido di azoto e Asse Attrezzato

Scalo. aria sotto controllo?

CHIETI. MONITORAGGIO DELL'ARIA. L’Assessore  all’Ecologia e Ambiente, Emilia De Matteo, ha illustrato i risultati della 2° Campagna di Monitoraggio della qualità dell’Aria, alla quale hanno partecipato il Direttore Tecnico ed il Responsabile della Rete di Monitoraggio della qualità dell’aria dell’A.R.T.A. Abruzzo, Giovanni Damiani e Sebastiano Bianco, il Direttore del Distretto A.R.T.A. di Chieti, Angela Del Vecchio, il Consulente Ambientale del Comune di Chieti, Ing. Giustino Angeloni ed  il Responsabile del Servizio Energia del Comune di Chieti, Luciano Solino

SCALO E VIA TRAVAGLINI. In Via Travaglini a Chieti Scalo le concentrazioni degli inquinanti monitorati rientrano nei limiti di legge per tutto il periodo dei controlli riferiti ad un anno. In considerazione della presenza di alcune tipologie di inquinanti è tenere sotto controllo la zona dello Scalo con un sistema di rilevazione della qualità dell'aria continuo. L’Amministrazione del Sindaco Di Primio ha predisposto un bando di gara, impegnando la somma complessiva di 140mila euro per: una centralina per il rilievo dell’inquinamento da traffico in via Madonna degli Angeli ed in via per Popoli e la fornitura di campionatori portatili per il prelievo di campioni di aria in ambiente aperto per le successive analisi di laboratorio.

GLI INQUINANTI MONITORATI. Gli elementi monitorati sono stati: Ossidi di Azoto (NO, NO2, NOx), Monossido di Carbonio (CO), Ozono (O3) particelle sospese - PM10, Benzene, Toluene e m-p cilene, Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA). E’ stato riscontrato che l’andamento di alcuni inquinanti varia nelle diverse ore della giornata, in funzione del traffico e della direzione dei venti. Infatti, per esempio,  la valutazione dell’Ozono (inquinante secondario) ha evidenziato il superamento del valore di 120 ng/m3 come media massima giornaliera in quattro occasioni. I venti rilevati nel periodo di indagine, con predominio di quelli provenienti da sud-sud-ovest,  “..hanno favorito il convogliamento degli inquinanti generati dal traffico dell’asse Attrezzato e dalle aziende produttive della zona..” come Toluene e Xilene con concentrazioni nel periodo notturno.

LE PARTICELLE SOSPESE. Per le particelle sospese PM10 non sono stati riscontrati superamenti del valore limite di legge giornaliero di 50 microgrammi per metrocubo. Infatti il valore medio è stato di 23 mg/m3 ed il massimo di 36 mg/m3.

Redazione Independent

                                     

lunedì 15 ottobre 2012, 17:48

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
qualit
aria
chieti
scalo
inquinamento
inquinanti
ozono
via
centraline
travaglini
Cerca nel sito