Santa Croce: l'ingegner Colella manda in mobilità 75 dipendenti

L'azienda di acqua minerale che imbottiglia nello stabilimento di Canistro è al centro di una vertenza con la Regione Abruzzo che ha revocato la concessione

Santa Croce: l'ingegner Colella manda in mobilità 75 dipendenti

CANISTRO: IN MOBILITA' 75 LAVORATORI DELL'ACQUA MINERALE SANTA CROCE. Non è un momento facile per i lavoriatori dell'azienda di acque minerali che imbottiglia nello stabilimento di Canistro. Il patron della Santa Croce, l'ingegner Camillo Colella, ha infatti deciso di prorogare la cassa integrazione di tre settimane e confermare la procedura di mobilità per i 75 dipendenti. Per i lavoratori, di cui oltre 50 in cassa integrazione, le procedure per la mobilità sono scattate a inizio settembre dopo che la Regione Abruzzo aveva revocato la concessione per ragioni, sembrerebbe, di irregolarità del Durc. L'Ente, che ha un copioso contenzioso con Santa Croce, ha chiuso le sorgenti nei giorni scorsi. Tra poco più di un mese i lavoratori saranno licenziati. Per loro ci saranno, a seguire, dai 18 ai 24 mesi di mobilità retribuita. Dall'altra parte, la Santa Croce cesserà la produzione. Insomma una situazione difficilissima che speriamo possa ritrovarsi anche in una soluzione insperata.

Redazione Independent

sabato 15 ottobre 2016, 10:34

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
santa croce
laquila
camillo colella
mobilita
ente
regione abruzzo
contenzioso
Cerca nel sito