Sansovini parla da leader: "Sono solo 1/27esimo della rosa"

Il Sindaco dice che il capitano resta Memushaj: ma è chiaro che tutto l'ambiente vuole che quella fascia al braccio ritorni al suo posto

Sansovini parla da leader: "Sono solo 1/27esimo della rosa"

SANSOVINI PARLA DA LEADER: CIOE' DA "SINDACO" E CAPITANO. Ogni volta che ci tocca scrvere di Marco Sansovini, 33 anni, vecchio per molti - ma per altri, per fortuna, no!  - veniamo percorsi da un brivido. E non è soltanto per il 48 gol segnato con la maglia biancazzurra, con particolare riferimento a quell'ultimo, segnato a 1 minuto dalla fine contro il "nemico" Catania, magnifico, un missile da 25 metri e quella corsa fantastica sotto la sua Curva, che mai lo ha abbandonato e per sempre gli sarà devoto. Marco Sansovini da Roma è per Pescara qualcosa di speciale. Un esempio, una persona perbene, che può fare solo del bene ad una piazza "calda" come la nostra e che pretende rispetto da tutti: in primis dalla società e poi dai giocatori. L'amore reciproco (tra lui e noi) resterà una pagina scritta nella storia biancazzurri ed è un onore riservato a pochissimi: Tom Rosati, Capitan Zucchini, Giovanni Galeone, Leo Junior, Baka Sliskovic, Ricky Massara, Rocco Pagano, Massimiliano Allegri, Zdenek Zeman, Ciro Immobile, Marco Verratti, Lorenzo Insigne e pochi altri.

Intervistato dopo la vittoria Sansovini, con molta umiltà, ha confermato che il grande uomo che è: "Il capitano del Pescara  resta Memushaj. Io sono soltanto un ventisettesimo della rosa a disposizione di Baroni".

Per noi che scriviamo è la certezza: abbiamo un vincitore. Il suo nome è Marco Sansovini (e non Filippo Maniero).

Romanzo

lunedì 23 febbraio 2015, 08:37

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marco sansovini
memushaj
capitano
pescara
catania
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano