SMALTIMENTO ILLECITO DI RIFIUTI SPECIALI, ECCO “TERRE D'ORO”

Maxi operazione della Forestale nell’area metropolitana di Pescara e Chieti: sequestri, 5 misure cautelari e la notifica di 18 avvisi di garanzia

SMALTIMENTO ILLECITO DI RIFIUTI SPECIALI, ECCO “TERRE D'ORO”

OPERAZIONE TERRE D'ORO. All’alba di oggi, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di L’Aquila, è scattata l’operazione “Terre d'oro”. Oltre 100 agenti del Corpo forestale dello Stato stanno eseguendo nelle Province di Pescara e Chieti: cinque misure cautelari personali, la notifica di diciotto avvisi di garanzia, il sequestro di tredici mezzi pesanti, la perquisizione di tredici imprese tra Pescara, Chieti, Milano e Roma e il sequestro per equivalente di circa 3.000.000 di euro.

I REATI CONTESTATI. I reati contestati sono attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti speciali e discarica abusiva. Quattro imprenditori sono stati oggetto della misura cautelare degli arresti domiciliari ed uno della misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare imprese.

SONO IMPEGNATI 100 FORESTALI. Nell’operazione sono impegnati circa 100 forestali, 30 pattuglie operative e un elicottero del Corpo forestale dello Stato. L’attività di polizia giudiziaria, eseguita dal Corpo forestale dello Stato è coordinata dal Comando Provinciale di Pescara, sotto la direzione della Direzione Distrettuale Antimafia di L’Aquila.

Gli Indipendenti

giovedì 08 gennaio 2015, 08:55

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
operazione
terredoro
forestale
cronaca
rifiuti
speciali
arresti
Cerca nel sito