Rubano soldi da postepay. Atessano vittima di frode

Con la tecnica del pishing due romani riescono a prelevare 248 euro per ricaricare i propri conti correnti Sisal-Match Point

Rubano soldi da postepay. Atessano vittima di frode

Atessa (CH) – Si impossessano dei dati telematici delle carte postepay intestate a persone sconosciute e utilizzano il denaro dei malcapitati per ricaricare i propri conti correnti Sisal – Match Point utilizzati per scommesse online. E’ la nuova “tendenza” in voga tra hacker e truffatori informatici meglio nota con il nome di “pishing”. A cadere nella trappola di questi “pirati informatici” è stato anche un libero professionista dell’ atessano che, alcuni giorni fa, nel corso di una transazione effettuata sul web, si è accorto che sulla sua carta postepay non vi era più disponibilità di denaro e che qualcuno gli aveva sottratto illecitamente la somma di 248 euro per effettuare scommesse su un sito specializzato nel settore. L’uomo, di 57 anni, si è quindi rivolto ai Carabinieri della Stazione di Scerni per sporgere denuncia nella speranza di poter rientrare in possesso del suo denaro. I militari dell’Arma, partendo dalle indicazioni fornite dalla vittima e grazie ai dati forniti dalla Sisal -  Match Point, sono riusciti ad identificare i titolari dei conti correnti sui quali era confluito il denaro sottratto illecitamente. Si tratta di un 53enne ed un 59enne, entrambi residenti a Roma, che sono stati denunciati in stato di libertà con le accuse di frode informatica e ricettazione in concorso.  

Redazione Independent

martedì 12 novembre 2013, 09:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
soldi
postepay
frode
informatica
sisal
match point
pishing
Cerca nel sito