Rinviati a giudizio gli autori dei colpi nelle gioiellerie Salvatore e Angelone

Nel 2013 una coppia di romeni ed un nicaguarense, già arrestati per un furto di preziosi, terrorizzò il capoluogo d'Abruzzo con azioni malavitose

Rinviati a giudizio gli autori dei colpi nelle gioiellerie Salvatore e Angelone

FURTI NELLE GIOIELLERIE: ALLA SBARRA BANDA ROMENA. Erano giò stati arrestati insieme ad un altro romeno ed un cittadino nicaguarense per il furto alla gioielleria Ranieri a L'Aquila.

Poi le indagini della Squadra Mobile di L’Aquila avevano consentito di identificarli quali  omponenti del gruppo criminale che nel 2013 aveva messo a segno altri furti di preziosi sempre in citta.

Il primo, durante la notte tra il 23 ed il 25 marzo 2013, nella centrale Piazza Duomo alla gioielleria Salvatore. Fu un bel colpo per i malviventi che riuscirono a trafugare circa 130mila euro in gioielli e ori.

L'altro, commesso il 19 febraio 2013, presso la gioielleria Angelone presso il centro commerciale Amiternum.

GUARDA IL VIDEO

 

Redazione Independent

venerdì 06 marzo 2015, 14:38

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
l\'aquila
furto
gioiellerie
angelone
salvatore
video
Cerca nel sito