Restaurato a San Vito il Trabocco del Turchino

Torna a nuova vita la macchina da pesca resa celebre dal Vate, che era stata distrutta dalle mareggiate nel 2014

Restaurato a San Vito il Trabocco del Turchino

SAN VITO, RINASCE IL TURCHINO. Inaugurato a San Vito Chietino il nuovo trabocco comunale del Turchino dopo il crollo totale avvenuto la notte tra il 26 e 27 luglio 2014 a causa di una violenta mareggiata. La ricostruzione della macchina da pesca, su cui Gabriele D'Annunzio ambientò "Il Trionfo della Morte", è costata 185mila euro attraverso finanziamenti della Regione Abruzzo (110mila euro) e del Comune di San Vito (75mila euro).

UN SIMBOLO. Il trabocco ha sempre rappresentato il simbolo della Costa dei Trabocchi e il brand turistico d'Abruzzo. I lavori sono stati realizzati in cinque mesi dalla Mari Ter di Ortona, azienda internazionale specializzata nei servizi marittimi, subacquei e di ingegneria civile.

ECCO IL PROGETTO DI RECUPERO. I subacquei hanno sistemato nei fondali, appoggiati da navi gru, anche dei blindi in cemento armato del peso di oltre 65 quintali. Il progetto di recupero integrale, identico al precedente essendo stato fotografato con i droni prima del crollo, è stato firmato dall'architetto Anna Colacioppo.

Gli Indipendenti

domenica 05 giugno 2016, 13:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
restauro
progetto
crollo
sanvito
trabocco
turchino
cronaca
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?