Regolamento "col fuoco" tra albanesi: due arresti per tentato omicidio

Ad avere la peggio un 32enne che aveva con sè una pistola semiautomatica. Adesso è in ospedale a Vasto in attesa di essere operato

Regolamento "col fuoco" tra albanesi: due arresti per tentato omicidio

NOTTE DI PAURA A SAN SALVO PER UN REGOLAMENTO DI CONTI COL FUOCO. Secondo i carabinieri di Vasto, che sono intevenuti subito dopo il fattaccio, si è trattato di un regolamento di conti col fuoco per vecchie ruggini ovvero legato a una questione di debiti non pagati.  E' successo tutto ieri sera, poco dopo le 22, al bar Evelin nella zona della vecchia stazione di San Salvo Colpi quando l'albanese di 32 anni, Fasli Faslia, noto alle forze dell’ordine, armato di pistola semiautomatica, si era avvicinato al locale per ragioni al momento non chiare.

Fasilia è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per le ferite provocate da tre copli di pistola, alla gamba e ad un piede, che gli inquirenti ritengono essere state esplose da Clirim Tafili, 46 anni, conosciuto dalle forze dell’ordine, e che in quel momento si trovava nel locale.

Entrambi sono stati dichiarati in arresto con le accuse di tentato omicidio e porto abusivo di armi: il primo si trova in ospedale, mentre il secondo si trova ancora in ospedale a Vasto.

Le indagini sono ancora in corso infatti, al momento, è al vaglio la posizione di un altro cittadino albanese sospettato di aver partecipato al grave reato. 

Redazione Independent

mercoledì 15 aprile 2015, 13:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
sparatoria
bar evelin
albanesi
arrestati
gambizzato
san salvo
Cerca nel sito