Regionali, Di Pietro 'calca' il Pd

Il leader dell'Idv da Pescara confonde le carte e lancia Bonanni. Centrosinistra "in pasta", mentre Chiodi è sicuro

Regionali, Di Pietro 'calca' il Pd

REGIONALI, DI PIETRO SCALDA LA CISL - «Bonanni è senz'altro una candidatura di qualità sui cui noi non mettiamo veti, ma non prendiamo nulla a scatola chiusa». Lo ha affermato a Pescara il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, commentando la notizia apparsa sulla stampa locale di una eventuale candidatura nelle liste del centrosinistra del segretario della Cisl alle prossime regionali. Un'uscita in perfetto stile "dipietrista" utile a confondere le acque ed a mascherare le vere intezioni del centrosinistra.

UNA BOUTADE OPPURE UN'IDEA? - A nostro modesto avviso l'uscita di Antonio Di Pietro è soltanto una mossa per confondere gli "alleati". Si sa già chi ci sarà dall'altra parte (Gianni Chiodi), mentre nel centrosinistra la partita è appena iniziata. Il "delfino" Costantini vorrebbe la poltrona di Primo Cittadino di Pescara, ma l'Idv in quella Provincia ha già avuto tanto. Alla regione il centrosinistra è un bel pò "in Pasta" (traduzione= termine che usiamo noi per definire la confusione): un candidato forte non c'è. Giovanni Legnini vuole la poltrona di Ministro o sottosegretario nel prossimo Governo e c'è pure Luciano D'Alfonso che scalpita per tornare sulla scena. Saranno questi ultimi a sciogliere le "riserve" e mediare con il "caotico" Tonino il nome del prossimo Governatore d'Abruzzo

sabato 23 giugno 2012, 17:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
centrosinistra
regionali
chiodi
di pietro
bonanni
cisl
candidatura
legnini
sottosegretario
ministro
d'alfonso
costantini
I vostri commenti

Non sono d'accordo

Direttore, D'Alfonso non torna con il centrosinistra. Come potrebbe, dopo tutto ciò che è successo? Ormai il Pd lo ha cordialmente scaricato. Nel caso, semmai, Big Luciano si candiderà con l'Udc, che è vero, potrebbe allearsi con i progressisti, ma potrebbe anche scegliere di correre per fatti propri. E questo lo dico ben consapevole che il Terzo Polo si è sfaldato prima ancora di nascere concretamente; ciò tuttavia non significa che l'Udc, anche se alle ultime elezioni ha corso con il centrosinistra, non possa scegliere di andare per conto suo. Più credibile un'ipotesi Legnini, a questo punto. Bonanni governatore per il centrosinistra è una cosa davvero difficile da immaginare, ma non credo per questo che Di Pietro abbia voluto "confondere le carte". Più semplicemente, ha scelto - in maniera molto saggia - di non schierarsi contro nessuno; ha voluto insomma essere diplomatico. Poi chi vivrà vedrà.

domenica 24 giugno 2012, 15:26

Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!