Reddito di cittadinanza: alcune precisazioni INPS

"L’Istituto, su richiesta del Ministero del Lavoro, si è limitato a valutarne i costi e la fattibilità". Le proposte di Boeri sono disponibili dal 2015

Reddito di cittadinanza: alcune precisazioni INPS

REDDITO DI CITTADINANZA: ALCUNE PRECISAZIONI DELL INPS. In riferimento ad un articolo pubblicato oggi da alcuni quotidiani nazionali su un presunto coinvolgimento dell’Istituto a quello che viene definito “blitz sul reddito di cittadinanza”, si precisa che non vi è stata nessuna “bollinatura” dell’Inps riguardo alle proposte di reddito di cittadinanza avanzate dal Movimento 5 Stelle.  L’Istituto, su richiesta del Ministero del Lavoro, si è limitato a valutarne i costi e la fattibilità. Si sottolinea, infine, che non ci sarà alcuna consegna della proposta da parte del presidente dell’Inps alla squadra del Movimento 5 Stelle al Ministero dell’Economia. Le proposte avanzate dal presidente Boeri riguardo l’introduzione di un reddito minimo si possono trovare nel documento “non per cassa ma per equità”, disponibile sul sito istituzionale già dal 2015.

Ovviamente questa notizia interessa moltissimo i cittadini abruzzesi che hanno votato per ilpartito guidato da Luigi Di Maio in quanto promessa elettorale ancora da mantenere.

Quanto costa il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle? Ballano le cifre sulla misura simbolo del programma elettorale dei pentastellati. Si va da 14 a 30 miliardi di euro. Qual è la stima esatta? E soprattutto: quei soldi basteranno?

Redazione Independent

 

giovedì 27 settembre 2018, 14:44

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
reddito di cittadinanza
inps
precisazioni
ministero del lavoro
movimento 5 stelle
costi
fattibilita
boeri
Cerca nel sito