Rapinata filiale Tercas a Controguerra, bottino 8.000 euro

Due banditi italiani, con accento meridionale ed età intorno ai 30 anni, armati di taglierino si sono fatti consegnare la somma depositata nei cassetti

Rapinata filiale Tercas a Controguerra, bottino 8.000 euro

CONTROGUERRA, RAPINA TERCAS. Una rapina e' stata messa a segno, stamane intorno alle 9.40, ai danni della filiale di Banca Tercas a Controguerra. Due banditi italiani, con accento meridionale e di eta' apparente intorno ai 30 anni, armati di taglierino si sono fatti consegnare dal cassiere la somma di 8mila euro circa depositata nei cassetti. Poi sono fuggiti a bordo di una Fiat Punto, di cui non si conosce la targa, prendendo la provinciale che porta alla Bonifica del Tronto. Le ricerche hanno dato finora esito negativo.

IL FATTO. I rapinatori indossavano, al momento dell'irruzione, una calzamaglia. I carabinieri di Alba Adriatica, di Corropoli e del reparto operativo di Teramo sono impegnati nelle ricerche. Il bilancio della rapina e' di un ferito: il cassiere di 45 anni e' stato infatti colpito al collo dalla punta del taglierino. E stato medicato sul posto da un'unita' del 118. Il rapinatore ha scavalcato il bancone e ha puntato il cutter contro il bancario per farsi consegnare il denaro, procurandogli una ferita lacerocontusa. Le sue condizioni non sono preoccupanti.

Redazione Teramo

giovedì 18 settembre 2014, 19:06

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rapine
tercas
controguerra
cronaca
banditi
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!