Rapina in fumo per la "civetta"

Bandito entra nella Tercas di Giulianova, afferra in malloppo e scappa. Poco dopo scoppia la mazzetta

Rapina in fumo per la "civetta"

RAPINA IN FUMO PER LA "CIVETTA" -  Non aveva il fiuto del vero rapinatore di banche. Se fosse stato il contrario avrebbe certamente capito che la "mazzetta" da 5mila euro consegnatagli dal cassiere era la "civetta": cioè, quella fascetta di banconote cui è collegato un potente colore che esplode, rendendo inservibili le banconote. Il fatto è successo oggi, intorno alle 15, ai danni della filiale Tercas di Giulianova Paese, in provincia di Teramo. L'autore, un bandito di mezza età col volto coperto da una calzamaglia, è entrato nella filiale disarmato. Ha intimato al cassiere di consegnargli il denaro dalla cassa e così ha fatto. Solo che invece delle banconote sfuse, l'astuto bancario gli ha consegnato la mazzetta "civetta".

L'ESPLOSIONE NELL'AUTO - Uscito dalla filiale dell'istituto teramano il bandito si è "ficcato nell'auto, dove lo stava attendendo il complice, per darsi alla fuga. Poco dopo però il colpo ha evuto l'esito inaspettato: é, infatti, scoppiata la mazzetta civetta che di fatto ha reso il contante inutilizzabile. I carabinieri hanno rintracciato l'auto con il motore acceso, a poche centinaia di metri dal luogo della rapina, ma dei banditi nessuna traccia. Sono comunque in corso le indagini dei carabinieri diretti dal capitano Luigi Dellegrazie.

Redazione Independent

lunedì 18 giugno 2012, 19:38

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rapina
giulianova
filiale
tercas
calzamaglia
banca
mazzetta
civetta
auto
esplosione
carabinieri
banditi
complice
luigi dellegrazie
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano