Rapina e lesioni, due marocchini in manette a Celano

I giovani, di 27 e 23 anni, sono fratelli. Li hanno arrestati i Carabinieri del Nor. A ottobre avevano aggredito un loro connazionale

Rapina e lesioni, due marocchini in manette a Celano

AVEVANO AGGREDITO UN LORO CONNAZIONALE. Nell'ottobre scorso avevano aggredito un connazionale davanti ad un bar della frazione Paterno di Avezzano: dopo averlo picchiato lo derubarono dei suoi averi e tentarono senza riuscirvi di sequestrarlo, quando era ormai inerme a terra, caricandolo nel bagagliaio dell'auto.

SONO FINITI AI DOMICILIARI. Ora, a seguito delle indagini portate avanti dai carabinieri del Nor di Celano, sono finiti agli arresti domiciliari. Si tratta di due fratelli marocchini di 27 e 23 anni. L'accusa e' rapina, tentato sequestro e lesioni personali in concorso. I provvedimenti sono del gip del Tribunale di Avezzano, Maria Proia, su richiesta del pm Roberto Savelli. A denunciare l'episodio fu la stessa vittima, che per le conseguenze dell'aggressione ebbe una prognosi di 20 giorni. I due fratelli marocchini sono stati rintracciati nella loro abitazione.

Redazione Independent

domenica 01 febbraio 2015, 00:39

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rapina
lesioni
celano
arresti
cronaca
marocchini
Cerca nel sito

Identity