Rancitelli sotto assedio ma la droga non c'è. Perchè?

Ennesimo raid al Ferro di Cavallo. Molti soggetti pericolosi, controlli e perquisizioni e niente traccia di stupefacenti

Rancitelli sotto assedio ma la droga non c'è. Perchè?

BLITZ A RANCITELLI: PERQUISIZIONI E CONTROLLI A TAPPETO MA LA DROGA NON C'E'. Continua, incessante, la pressione delle forze dell'ordine nei quartieri "caldi" dalla città di Pescara: Rancitelli, Fontanelle e San Donato. Dall'omicidio di Domenico Rigante, avvenuto il 1 maggio 2012, il Questore Paolo Passamonti ha disposto una serie di controlli a tappeto, con tanto di unità cinofile, al fine di tagliare le gambe agli spacciatori e contrastare l'illegalità diffusa. Purtroppo i criminali sembrano essersi attrezzati con sistemi nuovi, come ad esempio le "vedette" che avvisano dell'arrivo delle forze dell'ordine, poichè negli ultimi tempi i bottini delle perquisizioni sono davvero scarni. 

I RISULTATI DELLE OPERAZIONI DI IERI. Ad esempio, ieri, stati conseguiti i seguenti risultati: 45 persone identificate; 17 controlli a veicoli; 15 verifiche a persone sottoposte agli arresti domiciliari; 1 violazione amministrativa all’art.75 del D.P.R. 309/90;  2 gr. eroina sequestrata.

Redazione Independent

sabato 28 settembre 2013, 11:28

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rancitelli
via tavo
pescara
droga
vedette
rigante
omicidio
passamonti
Cerca nel sito