Pusher fregato dalla chiave

Fermato con poche dosi di droga fornisce un domicilio falso. Aveva venduto hashish a una 16enne di Alba

Pusher fregato dalla chiave

ARRESTATO PUSHER NAPOLETANO - La Questura di Teramo, in collaborazione con l'unità del Reparto Prevenzione Crimine Lazio aggregato, ha tratto in arresto Antonio Izzo, 27 anni, napoletano, domiciliato ad Alba Adriatica.

LO SCAMBIO TRA I CESPUGLI - L'uomo era da tempo attenzionato dai 'seguigi' della sezione antidroga e, ieri pomeriggio, l'hanno notato mentre si era appartato con una ragazza nei pressi del ponte di legno della pista ciclabile, dietro alcuni cespugli, ad Alba Adriatica. Avvicinatisi, senza farsi notare, sono riusciti a constatare uno scambio di un involucro (consegnato alla ragazza) in cambio di un pacco di lodi (50 euro) che l’uomo, ha prontamente nascosto negli slip.

IL BLITZ DEI POLIZIOTTI - Immediatamente gli agenti sono entrati in azione ed hanno bloccato i due: la giovane, di soli 16 anni, ha ammesso di aver già in passato avuto contatti con lo spacciatore per acquistare hashish e nell’occasione ne aveva presi 5 grammi. L’uomo è stato perquisito e trovato in possesso, dentro il marsupio,di un grammo di marijuana.

LE CHIAVI E LA DROGA IN CASA - Dal racconto della ragazza è risultato che i due si erano incontrati prima per gli accordi sulla consegna in altro luogo, individuando il punto di scambio nel ponte di legno poco dopo. Alla richiesta dei poliziotti di conoscere dove l'Izzo avesse effettivamente il domicilio, l'uomo ha fornito l’indirizzo di un’abitazione che però, dagli accertamenti espletati, è risultato dallo stesso lasciata da tempo. Ma gli Agenti non si sono arresi e, avendo trovato nel marsupio una chiave con segnato un indirizzo, sono andati in quel posto. Una volta entrati in casa, l’hanno perquisita rinvenendo 439 grammi di marijuana e 70 grammi di hashish nascosti in alcune tasche interne di uno zainetto, custodito in un armadio. Trovati anche coltelli di uso proibito poiché con lama superiore ai 10 cm.

L'ARRESTO E LA SEGNALAZIONE - Antonio Izzo, con vari precedenti anche specifici è stato tratto in arresto ed associato alla locale Casa Circondariale. La ragazza minorenne è stata affidata ai genitori, ignari dei traffici illeciti, e segnalata al Prefetto per uso personale di stupefacenti.

Reda Inde

martedì 17 luglio 2012, 11:06

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
droga
antonio izzo
mobile
teramo
alba adriatica
arrestato
casa
chiave
minorenne
16enne
genitori
affidata
sagnalata
prefetto
Cerca nel sito